La definizione del budget
Il primo step per pianificare la tua attività di ristorazione

Uno dei passi più importanti e forse essenziali per la pianificazione ottimale di un’attività di ristorazione, indipendentemente dalle dimensioni e dalla complessità aziendale, è sicuramente la definizione del budget, ossia la redazione di un bilancio previsionale.

Il budget non va, infatti, inteso solo come somma da poter investire nell’attività; esso, economicamente parlando, è uno strumento di programmazione che si prepara nell’ultimo periodo dell’anno e copre i dodici mesi dell’esercizio successivo.

In base alle differenti attività da programmare, alla complessità dell’assetto societario e alla composizione aziendale, esistono diverse tipologie di budget da prendere in considerazione e che esamineremo di seguito.

I budget operativi, ossia i prospetti adottati nell’ambito delle attività operative di un’azienda, sono il primo step del sistema di budgeting, sono il punto di partenza dell’intera attività di programmazione di un’azienda, anche per quanto riguarda il settore ristorazione. I budget possono essere elaborati dalla direzione (modalità top-down) oppure definiti con la collaborazione del personale responsabile (modalità bottom-up).

C’è poi il budget commerciale che è una previsione dettagliata dei ricavi di vendita con lo scopo di quantificare anche i costi imputabili alla vendita dei prodotti e rappresenta il primo documento da elaborare per il processo di budgeting. Esso viene realizzato sulla base di informazioni storiche e trend, obiettivi e stime di spesa.

Il budget economico è invece, quel processo aziendale che ha un impatto più decisivo sull’attività di programmazione. Nelle piccole imprese, come solitamente sono le attività di ristorazione, le stime di vendita sono un processo internalizzato e i programmi di spesa per l’anno successivo dipendono dall’equilibrio economico tra costi e ricavi attesi.

Dopo aver calcolato i costi variabili direttamente collegati alle quantità vendute, si definiscono gli altri costi e le spese che hanno la priorità.

Un’altra componente del processo di budgeting è costituita dal budget patrimoniale che rappresenta una previsione delle voci dello stato patrimoniale. L’obiettivo principale è quello di focalizzare l’attenzione sui valori che muovono flussi di cassa, in particolare: rimanenze di magazzino per la cui gestione ottimale l’applicativo di Food Cost in Cloud dà il giusto supporto; crediti e debiti commerciali e finanziamenti.

Ed eccoci finalmente al punto d’arrivo del processo di budgeting, il budget finanziario che consente invece, di stimare il flusso di cassa complessivo (cash flow), in un determinato periodo per verificare la sostenibilità finanziaria dei programmi aziendali.

Dopo questo piccolo vademecum sull’importanza e la complessità del budgeting, hai una visione più ampia della tua attività di ristorazione? Ogni decisione, ogni fattore, ogni elemento ha la sua importanza nella corretta gestione aziendale, indipendentemente dalla sua ampiezza e complessità.

Il software Food Cost in Cloud ti supporta in maniera semplice e completa anche nella pianificazione e gestione di un budget economico; organizza i settori delineando spese e produttività, allinea le incidenze del food and beverage, del personale e dei costi generali, controlla gli scostamenti tra bilancio previsionale e consuntivo. Ecco alcuni ottimi motivi per provarlo!

Apri Chat
Come possiamo aiutarti?
Cosa possiamo fare per te?